LESS PLASTIC MORE LIFE
Progetti

LESS PLASTIC
MORE LIFE

Dettagli del progetto

  • Enti coinvolti
    Ministero dell’Ambiente
  • Location
    Regione Toscana
  • Anno
    2020
  • Area di Intervento
    Ambiente
Team progetto

Debora Blundo, Franchi Marika

Introduzione

Il Mar Mediterraneo, culla di civiltà e straordinario patrimonio ambientale, è oggi tra i mari più inquinati al mondo a causa della plastica. Essa sta divorando indisturbata il pianeta e sta a noi impedire che ciò continui, attuando piccoli accorgimenti che fanno la differenza, istruendo anche le più giovani menti alla riduzione di questo materiale e sentendoci tutti, uno per uno, degli agenti promotori di questa battaglia.
In Italia a causa della presenza di un vuoto normativo la Regione Toscana, la prima a mettere in atto delle misure riguardanti l’inquinamento marino, ha promosso un progetto sperimentale chiamato “Arcipelago Pulito” dove la plastica raccolta accidentalmente dai pescherecci, insieme ad altri materiali, veniva regolarmente smaltita realizzando una vera e propria filiera, così che i pescatori stessi non la ributtassero in mare.
Partendo da una ricerca approfondita sul tema, il progetto ha l’obiettivo di migliorare questo sistema così da semplificare il lavoro del pescatore, che non consiste in un “operatore ecologico”.

Logo del progetto

01 - Logo del progetto

Poster del progetto

02 - Poster

Soluzioni

A piccoli passi
Così la sperimentazione di “Arcipelago Pulito” è diventata base della Direttiva Europea sullo smaltimento dei rifiuti in porto, approvata a marzo 2019, e ha ispirato il cosiddetto “Salvamare”, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 5 aprile 2019 e diventato effettivo con il passaggio alle Camere.
  • La VASCA

    La VASCA

  • Il CESTINO

    Il CESTINO

  • Il CASSONE

    Il CASSONE

  • Il PETTINE

    Il PETTINE

  • Il CONTENITORE

    Il CONTENITORE

    Risultato

    Il progetto nasce ed ha inizio la filiera della Toscana per un mare senza rifiuti.
    Il progetto Arcipelago pulito è stato alla base del nostro progetto, il quale obiettivo principale è stato quello di inserire al suo interno quante più agevolazioni possibili per i pescatori, in modo da facilitargli il lavoro, cercando così di non fargli perdere tempo. Il nostro progetto doveva rispettare i seguenti requisiti, doveva essere TRASPORTABILE, COMPATTO, ECONOMICO, SEMPLICE E DOVEVA FAVORIRE L’ECONOMIA CIRCOLARE.
    La peculiarità principale del progetto è stata quella di renderlo conveniente e quindi accessibile a tutti i pescherecci, sia in termini economici che pratici, poiché non doveva creare né alcun tipo d’intralcio al pescatore durante le manovre di pesca, né andare ad aggravare le lavorazioni del pescato. Di conseguenza, a questo primo oggetto sono stati affiancate altre tre tipologie di prodotto: un cestino per la raccolta della plastica, un contenitore per il cestino e per la vasca e un cassone per lo stoccaggio dei rifiuti una volta portati a terra, tutti sistemi utili in termini di “filiera”.
    Less Plastic More Life

    Vuoi maggiori dettagli sul progetto?

    Rimani aggiornato su novità, iniziative ed eventi.

    CDS | Communication design for sustainability lab
    © Sicrea srl.
    Tutti i diritti riservati.
    Realizzato da dot360.it.

    Contatti


    • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Via di Gramignano, 70
    • Campi Bisenzio (FI)

    Seguici su